Avanti la prossima!

Domenica 22 ottobre abbiamo salutato la mostra Bologna Experience. Una mostra fuori dal comune, per certi versi complessa da raccontare ma strabiliante nel risultato. Ci siamo divertiti, abbiamo percorso le sale della mostra con fare da umarells proprio come ci ha consigliato Danilo Masotti. Abbiamo tappezzato la città con le nostre cartoline in bolognese doc, e negozi cinema e enti turistici con le nostre brochure informative. Abbiamo organizzato i laboratori per bambini e abbiamo scoperto che i veri umarells sono loro, siamo stati aperti il giorno di ferragosto e con nostra enorme sorpresa, ci siete venuti a trovare.
Abbiamo conservato tutti i post-it dedicati a Bologna che ci avete lasciato al bookshop, li abbiamo riletti e abbiamo riso moltissimo.

Bologna Experience è stato il nostro regalo alla città, ma ora si volta pagina. Nuova stagione, nuovo giro di giostra per Palazzo Belloni.
“the WALL”, ecco come si chiama il nostro prossimo progetto. Un progetto ben diverso da Dalì Experience e Bologna Experience, ma legato da un fil rouge che ci ha portato a pensare ad una mostra non più su un artista, non più su una città. Una mostra innovativa su un concetto – il muro appunto – in un percorso tra storia, arte e multimedialità.

Un invito a scoprire il muro psicologico (isolamento, incomunicabilità), il muro pubblico (la pubblicità, le bacheche virtuali e non), il muro funzionale (pareti, case, cinte e chiostri), il muro sociale (il tema dell’esclusione, del ghetto, dell’accessibilità), il muro politico (la segregazione, i confini, ma anche la privacy), il muro espressivo (murales, graffiti e street art), e il muro della memoria (lapidi, monumenti, cippi e memoriali).

Ognuna di queste dimensioni è esplorata attraverso installazioni interattive, realizzate appositamente per la mostra, e con opere d’arte a tema, realizzate da artisti di diverse epoche, da Piranesi ad Arnaldo Pomodoro, da Fontana a Christo, dai Pink Floyd alla giovane artista giapponese Hitomi Sato.

Una mostra internazionale, ricca di contenuti e spunti di riflessione che dal 24 novembre 2017 occuperà Palazzo Belloni. Sarà una bella avventura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui