Il Resto del Carlino | Apre Bologna Experience: visioni tattili di una città inaspettata

A Palazzo Belloni un viaggio nella storia di ieri e di domani

A giudicare dal suo inizio, l’esperienza di annuncia imperdibile. È stato un brindisi nelle eleganti sale di Palazzo Belloni a salutare, ieri sera, l’apertura di ‘Bologna Experience’, in bilico fra mostra monografica e ironico cocktail di bolognesità. Tra colorite espressioni dialettali, installazioni fotografiche e la presenza dei noti umarells, la protagonista assoluta è una sola, Bologna, fotografata nei suoi tratti più peculiari. “É un’idea originale, che piacerà ai turisti e che saprà inserire tanto anche ai bolognesi, pur senza perdere la leggerezza”, ha commentato Andrea Riffeser Monti, presidente e AD di Monrif. L’innovativo allestimento, prodotto da con-fine Art (rinnovata collaborazione fra con-Fine edizioni, Loop srl e Poligrafici Editoriale Spa), sarà infatti l’occasione per accorgerci di quanti piccoli segreti celi la nostra città, in un tour che non segue nessun ordine espositivo ma che sa trasmettere tutto ciò che ogni giorno rischiamo di perderci.

“É IMPORTANTE che tutti, anche i più giovani, gettino uno sguardo sulle tradizioni culturali del luogo in ci sono nati”, è stato il pensiero del direttore di Qn. Il Resto del Carlino, Andrea Cangini. Questa raccolta di curiosità artistiche e sociologiche, innaffiate da ampie dosi di cultura urbana petroniana, è stata resa possibile dalla collaborazione di molti soggetti da sempre in prima linea nella promozione del territorio, tra i quali Ascom, Car, Ciicai, Tper, Galleria Cavour, Comet e Termal Group, oltre a Mare Termale Bolognese, Wayel, SpeeD, Enoteca Italiana, Nettuno Tv, e all’Associazione dei Pianificatori. “I primi aggettivi che mi vengono in mente riguardo la mostra sono ‘curiosa’ e ‘inusuale’”, ha commentato il presidente di Termal Group Giorgio Giatti, mentre la titolare di Car, Trilli Zambonelli, ha parlato di “esperimento ben riuscito” e “successo da replicare”, come ha fatto anche il direttore generale di Ascom, Giancarlo Tonelli, colpito da connubio vincente tra una tradizione rivisitata e un’innovazione che profuma di futuro. Fra le persone accorse per dare un primo sguardo anche, a sorpresa, l’ex Miss Italia e fresca vincitrice di Celebrity Masterchef Roberta Capua, fra quei bolognesi di adozione che, nelle sue parole, saranno “tra i primi a beneficiare di un’iniziativa tanto suggestiva”.

Dove, come e quando: ecco tutte le informazioni

La mostra è allestita a Palazzo Belloni, via Barberia 19, e rimarrà aperta fino all’8 ottobre. Visitabile il martedì, mercoledì, giovedì e domenica dalle 10 alle 20; il venerdì e il sabato dalle 10 alle 23. La altre sono previste il 15 agosto (dalle 10 alle 20) e il 4 ottobre (sempre 10-20). Il biglietto costa 14 euro, con numerose riduzioni previste, ad esempio, per universitari, bambini dai 6 ai 0 anni (i più piccoli entrano gratis), studenti fino a 26 anni o visitatori dai 65 anni in su. Per informazioni è possibile consultare il sito www.bolognaexperience.it o rivolgersi al numero 051/583439 dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. I biglietti si possono naturalmente acquistare anche on line su www.vivaticket.it/ita/event/bologna-experience/96754 o www.vivaticket.it/event/bologna-experience-fast-lane-ticket/97430.

La stoccata di Mazzanti: “Il Comune? Non pervenuto”

Claudio Mazzanti lo anticipa a inizio conferenza: “Dopo mi toglierò qualche sassolino dalla scarpa”. E una volta raccontate le meraviglie di ‘Bologna Experience’, uno degli ideatori della mostra a Palazzo Belloni mantiene le promesse: “Quasi tutti gli interlocutori cittadini ci hanno aperto le porte per realizzare questo progetto, tranne il Comune. Non parlo di contributi economici, ma della mancata disponibilità a dialogare su un’eventuale partecipazione. In un’esposizione che parla della città, ti aspetteresti che l’istituzione più importante ne faccia parte, ma non è stato così. Sia chiaro – aggiunge Mazzanti – la mia non è una polemica politica. Anzi, mi auguro che il Comune salga sul carro in corso d’opera”.

L’elogio del ministro: “Iniziativa unica e straordinaria”

‘Bologna Experience’ stata presentata ieri nella splendida cornice di Palazzo Belloni con gli organizzatori al gran completo. Protagonista d’eccezione il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, che ha plaudito a “una mostra straordinaria che si apre nella città e cambierà con lei nel corso dei mesi, inserendosi in maniera perfetta tra le oltre 80 iniziative per il G7 dell’Ambiente. Ancora una volta Bologna è stata capace di mettersi insieme per creare qualcosa di unico e straordinario. E personalmente non vedo l’ora di vistare e immergermi in questa esperienza. Non poteva essere modo migliore per valorizzare Bologna nei giorni in cui sarà capitale mondiale dell’Ambiente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui