Il Resto del Carlino | Pupi Avati torna a casa “Bologna raccontata attraverso i miei film”

Memoria, nostalgia, frammenti di una vita e di una esperienza creativa unica, che non sarebbe stata possibile senza lo sguardo adolescenziale rivolto ai portici, alle stradine del centro, alle chiese. La filmografia di Pupi Avati può essere letta come un’opera unica nella quale, coscientemente e a volte inconsapevolmente, tracce di una Bologna, reale e fantastica, si inseguono

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui